Cigs per i 256 dipendenti di Blue Panorama

Cigs per i 256 dipendenti di Blue Panorama
23 Gennaio 08:21 2023 Stampa questo articolo

Si avvia il percorso di liquidazione giudiziale per Blue Panorama Airlines, dopo la mancata ammissione al concordato preventivo. Venerdì 20 gennaio presso il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali si è tenuto il tavolo tra i sindacati e il collegio dei curatori della compagnia aerea del Gruppo Uvet.

Durante l’incontro, riferiscono le sigle dei lavoratori, è stato sottoscritto l’accordo di cigs – cassa integrazione guadagni straordinaria – della durata di un anno, dal 21 dicembre 2022 al 20 dicembre 2023. Secondo Anpac e Anpav nel verbale ministeriale è stato inserita anche  l’attivazione degli adempimenti procedurali per il mantenimento delle licenze, abilitazioni, certificazioni e “idoneità mediche” del personale navigante.

L’ACCORDO CON I SINDACATI

Via libera quindi alla “cassa integrazione per cessazione” per tutti i dipendenti di Bpa, che alla data di oggi sarebbero circa 256.

“È stato altresì specificato che il collegio dei curatori (composto da Claudio Ferrario, Salvatore Sanzo e Valeria Ornaghi) si farà carico tempestivamente dell’inoltro delle istanze per la corresponsione di cig base e integrazioni salariali Fsta Inps al fine di ridurre al minimo i tempo di attesa per ricevere il sostegno al reddito. Le regioni competenti (Lombardia e Lazio) hanno dato piena disponibilità ad attivare i necessari percorsi di confronto sulle “Politiche attive” volti al reinserimento dei dipendenti nel ciclo produttivo, anche attraverso specifici incontri”, sottolinea ancora la nota Anpac-Anpav, che hanno partecipato all’incontro assieme a Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ta.

I PROSSIMI PASSI

Cosa accadrà adesso? Nonostante il comunicato stampa Anpac-Anpav lasci ancora una volta aperto uno spiraglio per un eventuale “compratore” di Bpa – “rimane in atto il tentativo, da parte del collegio dei curatori, di cedere i compendi aziendali entro l’arco temporale prefissato, anche attraverso la concessione in affitto, con l’auspicio che si concretizzino solide soluzioni” –  i tempi sono strettissimi.

LEGGI QUI TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO BLUE PANORAMA

A marzo scadrà la proroga della sospensione di Coa e licenza di volo per Blue Panorama da parte di Enac e sono da escludere, ormai, eventuali nuove estensioni.

Il Tribunale di Milano, infine, ha fissato per il prossimo 3 maggio 2023 la prima udienza dei creditori di Bpa per l’esame dello stato passivo della compagnia aerea. In quella data saranno valutate le posizioni di credito sia dei fornitori sia alcuni dei più importanti dirigenti che hanno affiancato Luca Patané alla guida del vettore, inquadrati però come consulenti e che vantano ancora crediti sospesi con la società.

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli