Wizz Air introduce i turni fissi: i dubbi dei sindacati

Wizz Air introduce i turni fissi: i dubbi dei sindacati
07 Settembre 11:11 2022 Stampa questo articolo

Wizz Air annuncia l’introduzione di uno schema di turni fissi sia per i piloti che per il personale di cabina, ma i sindacati italiani sollevano subito una serie di dubbi sulle relazioni tra la compagnia aerea ungherese e i dipendenti. Dubbi che poggiano le basi sulle difficili relazioni sindacali dentro l’azienda che – secondo fonti interne – starebbero portando a un ennesimo sciopero programmato per il prossimo 1° ottobre (in concomitanza con le mobilitazioni annunciate già dai dipendenti Ryanair e Vueling, ndr).

Secondo la nota della compagnia, infatti, lo schema di turnazione fissa sarà introdotto gradualmente per tutto l’equipaggio del Gruppo a partire da ottobre 2022. “I team di Wizz Air si impegnano a offrire ai piloti e all’equipaggio di cabina vari schemi fissi che miglioreranno la prevedibilità dei turni e la qualità dell’equilibrio vita-lavoro dell’equipaggio – riporta la nota del vettore – I piloti che scelgono di rimanere con il loro attuale schema di turni flessibili riceveranno una compensazione in base al loro grado”.

Ma per i sindacati questa mossa di Wizz Air sarebbero solo uno specchietto per le allodole. Una fonte interna alle sigle dei lavoratori commenta: «Lo schema a turni fissi è un modello applicato dalla maggior parte delle compagnie, nulla di nuovo quindi, soprattutto se si tratta di una scelta unilaterale. Piuttosto andrebbe prima affrontato il tema del rispetto dei diritti dei lavoratori: un passaggio che Wizz Air stenta ancora a prendere seriamente in considerazione. Prima della questione delle rotazione fissa o flessibile, andrebbe aperto un confronto costruttivo e reale con chi rappresenta il personale navigante e porta avanti le loro istanze”.

SINDACATI VERSO LO SCIOPERO?
Pochi giorni fa, infatti, è fallito il tentativo di conciliazione condotto dal ministero del Lavoro tra sigle dei lavoratori e i vertici di Wizz Air. I sindacati, infatti, avevano avviato la prima fase della procedura di raffreddamento mettendo all’ordine del giorno i seguenti temi: “assenza di relazioni industriali e assenza di un contratto collettivo di lavoro; mancato rispetto dei minimi retributivi previsti dal Ccnl e proprio la turnazione del personale navigante caratterizzata da eccessivo carico di fatica operazionale”.

La conciliazione ha avuto esito negativo e di conseguenza i sindacati sarebbero pronti ad annunciare lo sciopero nella stessa data – il primo ottobre 2022 – in cui hanno già chiamato alla mobilitazione il personale di Vueling e Ryanair. Secondo la fonte sindacale, infine, “annunciare i turni fissi specificando però che chi non aderisce allo schema riceverà una specie di incentivo non sembra essere proprio un segnale positivo per i lavoratori”.

Nonostante tutto ciò Roland Tischner, operations officer di Wizz Air, ha dichiarato euforico: «Sono entusiasta di offrire alla nostra comunità di equipaggi la possibilità di passare a un modello di turnazione fisso. Siamo lieti che i colleghi attuali e futuri possano scegliere il loro modello futuro in base alle loro preferenze individuali. Credo che questa flessibilità supporterà ulteriormente l’equilibrio vita-lavoro dei nostri colleghi e quindi Wizz Air sarà un posto di lavoro ancora migliore».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli