Fiumicino nei piani di Level.
Walsh: «Non temiamo Norwegian»

Fiumicino nei piani di Level. <br>Walsh: «Non temiamo Norwegian»
01 Giugno 12:05 2017 Stampa questo articolo

C’è anche Roma Fiumicino nel mirino di Level, il brand di Iag che da Barcellona lancia la sua sfida sul fronte dei collegamenti low cost a lungo raggio. Se Norwegian Air ha appena annunciato il lancio dei suoi voli dalla Capitale, la risposta del gruppo di cui fanno parte British Airways, Iberia e Vueling non si fa attendere.

«Festeggiamo oggi l’avvio dei nostri voli per Los Angeles, e da domani per San Francisco – ha detto dall’aeroporto di El Prat Willie Walsh, consigliere delegato di Iag – mentre a metà giugno voleremo a Punta Cana e Buenos Aires. Ma non ci fermiamo qui, stiamo valutando l’apertura di nuovi aeroporti europei, prima fra tutti Parigi e Roma. Per Milano, il discorso non è così immediato)».

E proprio su Fiumicino, Walsh è stato molto chiaro. «La domanda su quello scalo c’è ed è forte, non temiamo la concorrenza di Norwegian, anche perché su Roma possiamo contare sul network di Vueling per gli avvicinamenti». E da Roma ad Alitalia il passo è breve. Senza possibilità di smentita. «La mia personale opinione è che Alitalia non riuscirà a sopravvivere, è una compagnia che non è stata in grado di adguarsi ai cambiamenti della domanda e del mercato dell’aviazione», dice.

Ma niente paura, perché i consumatori italiani avranno chi penserà a loro, assicura Walsh: «Noi, ma anche compagnie come Ryanair ed easyjet che lo hanno già dichiarato, siamo pronti a posizionare nuovi aerei e aprire nuove rotte in Italia».

Intanto i primi numeri di Level non lasciano spazio a molti dubbi sulla bontà dell’operazione: «Il brand (presto diventerà una società a sé) è stato lanciato lo scorso mese di marzo, ad oggi abbiamo venduto oltre 135mila biglietti. Si tratta di viaggiatori leisure, e che vanno a trovare parenti e amici, molti poi sono coloro che volano per la prima volta sul lungo raggio».

E non è tutto, perché l’80% sceglie di volare con una tariffa base, senza ancillary varie. A bordo, come in tutte le low cost, niente pasto per chi non paga, ma il sistema di intrattenimento con schermo individuale è di grande livello, assicura Walsh.

Sul fronte della flotta, ai tre A330-200 già operativi, si aggiungeranno altri due aeromobili il prossimo anno con l’apertura delle nuove rotte. I canali di vendita, infine: «Stiamo ricevendo grandi riscontri da tutti i canali, con oltre il 60% di prentoazioni che arrivano via mobile. Il sito riceve oltre un milione di visite al giorno»

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli