flydubai fa decollare i profitti e ordina 20 aeromobili

flydubai fa decollare i profitti e ordina 20 aeromobili
15 Marzo 10:05 2022 Stampa questo articolo

Vola alto il bilancio di flydubai che ha chiuso il 2021 con un profitto di 841 milioni di Aed (circa 209 milioni di euro) e entrate per 5.3 miliardi di Aed (circa 1,2 miliardi di euro), con un aumento dell’86% rispetto al 2020.

Per lo sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, chairman del vettore, «i risultati impressionanti di flydubai arrivano dopo due anni molto difficili a causa della pandemia da Covid-19. Le decisioni prese dai leader degli Emirati Arabi Uniti, che ha visto l’implementazione di misure di sicurezza precauzionali durante l’intero viaggio del cliente, hanno dato ai visitatori la certezza di poter viaggiare a Dubai in piena sicurezza; questo ha portato ad un aumento del 76% del numero di passeggeri. Siamo in un’ottima posizione per continuare ad accogliere passeggeri nel nostro network, verso Dubai e oltre. flydubai è parte attiva del settore del turismo di Dubai».

Tra i fattori preminenti che hanno contribuito alla ripresa di flydubai dopo la pandemia e durante tutto il 2021 il lancio di 22 nuove rotte nel 2021, 13 delle quali erano destinazioni ancora non collegate a Dubai  nonché il lancio di 5 destinazioni per la stagione estiva per incontrare la domanda dei viaggiatori durante l’estate con gli scali di Batumi, Bodrum, Mykonos, Santorini e Trabzon. A contribuire al buon andamento del vettore c’è stato anche l’aumento  della domanda in seguito alla diminuzione delle restrizioni di viaggio sul network flydubai. Non a  caso è stata implementata anche l’attività operativa con oltre 6.400 voli  nel 2021 rispetto ai 5mila del 2020.

La compagnia ha poi registrato un aumento della domanda di traffico in connessione, con il 34% dei passeggeri in connessione sul network di flydubai o attraverso il suo codeshare con Emirates ed un significativo incremento della domanda di business class in molte regioni del network di flydubai.

Significativo, poi, il potenziamento della  flotta con 59 nuovi aeromobili tra cui 34 Next-Generation Boeing 737-800, 22 Boeing 737 MAX 8 e 3 Boeing 737 MAX 9. – Partnership di codeshare con Emirates: da quando flydubai ha lanciato nel 2017 la sua partnership di codeshare con Emirates, più di 8.3 milioni di passeggeri hanno goduto di una connettività attraverso il network condiviso. Nelle previsioni per il 2022, la strategia della compagnia è quella di contribuire a ricostruire il settore del travel dopo la pandemia da COVID-19. A partire da marzo 2022, flydubai prenderà in consegna 20 Boeing 737 MAX 8, che supporteranno la crescita futura della compagnia. Questi aeromobili verranno utilizzati in tutto il network, dando la possibilità ai clienti di viaggiare in più luoghi e più spesso.

Nel dettaglio Ghaith Al Ghaith, chief executive officer di flydubai, osserva: «Con la diminuzione delle restrizioni in tutto il nostro network e con l’aumento della domanda, siamo cautamente ottimisti sull’anno che abbiamo di fronte nonostante la situazione geopolitica e il suo potenziale effetto sui prezzi delle merci. Nel 2022 ci sarà consegnato il più alto numero di aeromobili da quando la compagnia è nata. In risposta alla continua crescita del desiderio di viaggiare, aumenteremo le frequenze e introdurremo nuove destinazioni nel nostro network durante il 2022. Per supportare questa traiettoria di crescita, avremo bisogno di assumere le migliori professionalità nel settore. Persone che avranno la volontà di contribuire al successo di flydubai».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore