Palmucci all’Enit, il giorno del giudizio

Palmucci all’Enit, il giorno del giudizio
19 Dicembre 13:51 2018 Stampa questo articolo

In Parlamento è il giorno dell’Enit. È in programma alle 9 di giovedì 20 dicembre l’esame della proposta di nomina di Giorgio Palmucci alla presidenza dell’Agenzia nazionale del turismo da parte della decima Commissione parlamentare per l’industria, il commercio e il turismo del Senato.

Già martedì, il relatore pentastellato Marco Croatti ha illustrato ai colleghi il curriculum  di Palmucci, per il quale – si legge nei resoconti – ha manifestato “un convinto apprezzamento” e ha proposto “l’espressione di un parere favorevole”.

Palmucci

Giorgio Palmucci

«Ritengo che la designazione del dottor Palmucci – aveva già dichiarato Croatti – possa rappresentare un nuovo capitolo per la protezione e il rilancio del made in Italy come pure per la promozione delle eccellenze turistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche del nostro Paese all’estero».

«Dall’analisi del suo profilo professionale – aveva aggiunto – emerge una completa ed eccellente esperienza, soprattutto internazionale, nella gestione di attività fiore all’occhiello del settore del turismo, nonché una costante partecipazione nel mondo dell’associazionismo turistico italiano, essendo membro e avendo ricoperto la carica di presidente delle associazioni turistiche più importanti a livello nazionale».

Sempre ieri, il presidente in pectore di via Marghera ha tenuto un’audizione nelle Commissioni industria di Camera e Senato, esternando per la prima volta in via ufficiale le sue dichiarazione d’intenti. In passato, ha dichiarato Palmucci, «sono stato molto critico nei confronti del carrozzone-Enit, per cui la mia volontà è di portare dei risultati e fare in modo che l’Agenzia sia un fiore all’occhiello per il ministero e per il Paese, per portare avanti una strategia condivisa con le Regioni, tenendo conto che non ci devono essere sovrapposizioni, né un’attività svolta senza un coordinamento».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore