Rccl aprirà ad Antigua il primo Royal Beach Club

Rccl aprirà ad Antigua il primo Royal Beach Club
05 Novembre 07:00 2019 Stampa questo articolo

Nel 2021 Royal Caribbean International aprirà il suo primo Royal Beach Club sull’isola di Antigua, su un’area di circa 800 metri fronte mare vicino a Fort James. La compagnia di crociere ha firmato un protocollo d’intesa con il governo di Antigua e Barbuda per il progetto. Il Royal Beach Club combinerà le spiagge dell’isola con il servizio esclusivo delle navi della flotta Royal Caribbean International.

La collezione Royal Beach Club sarà disegnata ispirandosi alle peculiarità di ogni destinazione. Ad Antigua, gli ospiti potranno ammirare il paesaggio da cabanas private oppure nuotare nella piscina fino al bar per ordinare un classico cocktail al rum.

«La Royal Beach Club Collection è una nuova avventura che non vediamo l’ora di rivelare ai nostri ospiti – ha dichiarato Michael Bayley, presidente e ceo di Royal Caribbean International – Abbiamo trovato degli incredibili partner nel governo di Antigua e Barbuda per dare vita alla prima struttura della nostra collezione. Insieme stiamo mettendo a punto un’esperienza che porterà più visitatori in queste isole paradisiache, creando significativi vantaggi economici e opportunità di occupazione per gli anni a venire».

Il concetto del Royal Beach Club si ispira al successo di Perfect Day at CocoCay, nuova isola privata di Rccl alle Bahamas, anche se gli ospiti ad Antigua e Barbuda vivranno un’esperienza diversa. «Con Royal Beach Club offriamo la possibilità di trascorrere una giornata su una bellissima spiaggia, completandola con servizi e attività – ha aggiunto Bayley – Ogni Club offrirà cibo e musica locale, attività per famiglie e attrazioni personalizzate con opportunità di svago per i nostri ospiti».

È ancora presto per svelare il design del Royal Beach Club di Antigua, ma la compagnia preannuncia che tra le attività ci saranno sicuramente musica dal vivo e barbecue con cucina locale, moto d’acqua, paddle boarding, snorkeling, splash pad per famiglie e una piscina con bar sull’acqua.

«Il governo di Antigua e Barbuda accoglie con favore questo investimento multimilionario nel settore turistico di Royal Caribbean. Si prevede che l’impatto economico generato dall’operazione porti circa 80 milioni di dollari di entrate dirette nei prossimi 30 anni, generando oltre un miliardo di dollari di entrate indirette nello stesso periodo – ha detto Charles Fernandez, ministro del Turismo, Sviluppo economico e Investimenti del governo di Antigua e Barbuda – Il progetto sarà positivo anche per l’occupazione degli abitanti di Antigua e Barbuda, sia nella fase della costruzione, sia per gli anni successivi. Siamo grati e riconoscenti alla compagnia per aver scelto di aprire qui il suo primo Royal Beach Club, una conferma della fiducia nei nostri confronti».

Il settore delle crociere sta crescendo a livello globale, secondo Rccl in particolare nei Caraibi nell’ordine del 50% nel prossimo decennio. Attraverso le nuove destinazioni private a terra, come il Perfect Day at Lelepa, recentemente annunciato nel Sud Pacifico a Vanatu, e l’innovativo concetto del Royal Beach Club, la compagnia sta ampliando la propria offerta insieme alla sua flotta di navi.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore